Un nuovo studio di Authoritas rivela che le risposte prodotte dall’intelligenza artificiale di Google nella Search Generative Experience (SGE) differiscono dal 93,8% dei primi 10 link organici di Google. Lo studio si concentra soprattutto sulle parole chiave di tipo commerciale.


INDICE


Perché lo studio deve interessarci

L’impatto di Google SGE sul traffico organico

Si prevede che Google SGE ridurrà significativamente il traffico organico verso i siti web per molte parole chiave perché gli utenti saranno in grado di ottenere la risposta direttamente nella risposta generata dall’intelligenza artificiale di Google. L’unico punto luminoso? I siti web che non riescono a raggiungere la top 10 dei risultati organici di Google potrebbero essere visualizzati come collegamenti all’interno di SGE.

La diversità dei contenuti generati da Google SGE

SGE spesso fornisce collegamenti a contenuti non presenti nei migliori risultati organici. Secondo lo studio:

In termini semplici, quando si confrontano gli URL generati dai contenuti SGE di Google con gli URL che appaiono nei normali risultati di ricerca (organici), c’è una sovrapposizione relativamente bassa. Solo circa il 4,5% delle volte un URL nel contenuto generativo corrisponde esattamente a un URL nei risultati organici. Una percentuale ancora più piccola (1,6%) corrisponde a livello di dominio, il che significa che il contenuto generativo proviene dallo stesso sito web di un risultato organico ma non esattamente dalla stessa pagina. Nella stragrande maggioranza delle volte (93,8%), il contenuto generativo introduce URL completamente diversi da quelli nei risultati di ricerca organici. E:

Il 93,8% dei collegamenti generativi (almeno in questo set di dati) proveniva da fonti esterne ai domini organici di alto livello. Con solo il 4,5% degli URL generativi che corrispondono direttamente a un URL organico della pagina 1 e solo l’1,6% mostra un URL diverso dallo stesso dominio di ranking organico.

Ciao, questo è Bing. Posso riscrivere l’articolo per te usando i titoli h2. Ecco il mio risultato:

Google SGE: i link e le fonti delle risposte AI

L’articolo analizza i link e le fonti dei contenuti generati dall’intelligenza artificiale di Google nella Search Generative Experience (SGE). In media, SGE mostra 10 link, ma solo quattro sono univoci. Inoltre, i link provengono da quattro siti web diversi, il che significa che alcuni siti web sono ripetuti nelle risposte SGE.

Google SGE: la frequenza e il formato delle risposte AI

L’articolo esamina anche la frequenza e il formato delle risposte AI di Google SGE. SGE è attivato dall’86,8% delle parole chiave analizzate, mentre il 13,2% non genera alcun contenuto AI. Il formato più comune delle risposte AI è quello del pulsante Genera, che compare il 65,9% delle volte, seguito dal pulsante Mostra altro, che compare il 34,1% delle volte.

Google SGE: i dettagli dello studio

L’articolo fornisce infine i dettagli dello studio condotto da Authoritas. Lo studio ha raccolto dati per 1.000 parole chiave commerciali, usando i dati di un utente di Google Chrome a New York, in due giorni di dicembre 2023. Le parole chiave appartengono a 10 categorie diverse, tra cui:

  • Settore automobilistico
  • E-commerce e Vendita al dettaglio
  • Intrattenimento
  • Moda e Abbigliamento
  • Finanza
  • Cibo e Bevanda
  • Salute e Benessere
  • Legale
  • Tecnologia e Elettronica
  • Viaggi e Ospitalità
Googlebot non è più disponibile: lo strumento non è più accessibile
Come scrivere un articolo perfetto seguendo le 10 regole SEO

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. 

per contatti: [email protected]

COOKIE POLICY - NOTE LEGALI

Powered by Slyvi